Single post

Combattere lo Stress al lavoro con la Bioenergetica


Bastano solo 10 minuti al giorno per trovare anche nel luogo di lavoro, un momento per staccare e per rilassarsi. Lo scopo è interrompere la curva dello stress, in quanto dopo alcune ore di lavoro continuo diventa fondamentale prendersi una pausa per permettere all’organismo di rigenerarsi.

Sospendendo, ma poi riprendendo il lavoro, ci sarà successivamente un maggior rendimento e resistenza allo stress.

Se ne hai la possibilità togliti le scarpe. Ogni esercizio va ripetuto 2 o 3 volte.

Inizia a praticare:

CONSAPEVOLEZZA DEL RESPIRO Stando seduti sulla sedia rimani con la schiena dritta ma non rigida, la testa in asse con il collo, le mani appoggiate sulle cosce (Posizione di base/grounding seduto ). Pianta bene i piedi sul pavimento, percependo il contatto con la terra. Chiudi gli occhi e portando attenzione al respiro. Come stai respirando? Il respiro è toracico, a scatti, bloccato, diaframmatico….? Prendi consapevolezza di come respiri per alcuni minuti.

PIEDI e GAMBEPosizione di base – Allungare e divarica le gambe, appoggia i talloni al suolo ed espirando allunga le punte dei piedi in avanti, espirando falle ritornare indietro verso di te . Gira le punte dei piedi all’interno e poi all’esterno (movimento a tergicristallo). Ruota i piedi prima verso l’esterno e poi verso l’interno. Respira.

MANI Posizione di base – Stacca le braccia dalle cosce ed inizia a far ruotare entrambi i polsi delle mani: rotazioni dall’interno all’esterno e viceversa. Attiva sempre il respiro.

TESTA e COLLOPosizione di base – Piega la testa in avanti con il mento appoggiato sul petto: tira il collo e percepisci il suo allungamento. Respira Lentamente fai scendere la testa sempre di più la testa in avanti : ad ogni espirazione scendi sempre in pò di più, immaginando che la testa possa abbandonarsi. Respira. Risali piano utilizzando l’inspirazione fino ad arrivare alla posizione di partenza.

SCHIENA – Posizione di base -Stendi le braccia indietro immaginando di fare un arco. Stirati per 30 secondi respirando attraverso la bocca. Lasciati andare.

OCCHI – Posizione di base – Inizia a muovere gli occhi: testa in asse con il collo, rotea gli occhi prima a destra e poi a sinistra. Attiva il respiro. Se incontri delle tensioni fermati e respira su quel dolore Muovi ora gli occhi portando lo sguardo lentamente a destra fino a che puoi . Ritorna indietro, passa per il centro e porta gli occhi rivolti a sinistra. Riattiva gli occhi spalancandoli e richiudendoli. Se gli occhi sono stanchi, appoggia i palmi delle mani sopra di essi , e con molta leggerezza rimani in questa posizione per un minuto stando attenti a non chiudere le narici de naso.

CUOIO CAPELLUTO – Posizione di base – Appoggia i gomiti sulla scrivania portando le mani ai lati della testa muovendo il cuoio capelluto. Successivamente, “a rastrello” partire dall’arco sopracigliare e percorri tutta la testa fino alla parte inferiore della nuca. Apri il respiro.

RIATTIVARE IL CORPO Posizione di base – Chiudi i pugni tenendoli morbidi, ed inizia a battere con essi tutto il corpo: con il pugno destro batti la parte sinistra (braccia interno ed esterno) con il pugno sinistro batti la parte destra (braccia interno ed esterno). Con entrambi i pugni partendo dall’alto attiva la testa, le spalle, il petto, la pancia, le cosce, le gambe (interno ed esterno). Risali facendo ritorno alla posizione di base. Ascolta il tuo corpo, come lo senti, se sono emerse sensazioni o emozioni.

Lascia un commento

2 Comments

  1. Sostengo questo tuo articolo perché quando si è sotto stress qualsiasi cosa si deve fare ci riesce male, e il nostro corpo si lamenta, ma non le diamo importanza fino a quando crolliamo. Basterebbe poco per sentirsi sempre in forma

    1. Vero! Per prima cosa ascoltare il corpo 😃